News

Notizie 30 Agosto 2017

Ricerca e Innovazione per un futuro sostenibile. Le sperimentazioni di “Futuro Solare” di Siracusa al Piana Eco Festival

Rate this item
(0 votes)

2 e 3 Settembre 2017 Villa Comunale “C. Ruggiero” Cittanova (RC)

Nel corso della terza edizione del Piana Eco Festival sarà possibile capire la realizzazione della vettura costruita dal gruppo “Futuro Solare”, grazie anche alla presenza di una stampante 3D e alcune parti quali batterie mppt e componenti meccanici elettronici.

L’Associazione senza fini di lucro “Futuro Solare” opera a Siracusa dal 2005 con l'obiettivo di sperimentare tecnologie atte ad effettuare ricarica di energia on board su biciclette elettriche, sfruttando la conversione fotovoltaica in un garage in stile fab-lab offerto dall’Amministrazione Comunale di Siracusa.

Il team di Futuro Solare è costituito da un gruppo di appassionati, ingegneri e studenti universitari e di scuola media superiore che, dopo aver portato a termine la sperimentazione sulle biciclette, ha deciso di proseguire gli esperimenti realizzando da zero un'autovettura low cost a trazione elettrica da conversione fotovoltaica, Archimede 1.0. L’Associazione, coinvolgendo attivamente gli studenti universitari e di scuola superiore con ricerche teoriche e pratiche, mira a:

  • arricchire la formazione scolastica degli studenti con competenze spendibili anche nel mercato del lavoro;
  • favorire l'orientamento dei giovani per valorizzarne le vocazioni personali, gli interessi e gli stili di apprendimento individuali;
  • realizzare un organico collegamento delle istituzioni scolastiche e formative con il mondo del lavoro e la società civile, che consenta la partecipazione attiva dei soggetti nei processi formativi;
  • correlare l'offerta formativa allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio.

Con la collaborazione di importanti aziende italiane ed estere che hanno contribuito con mezzi economici e materiali tecnici, Archimede 1.0 ha visto la luce nel 2015 dopo circa due anni di progettazione e continue verifiche. Archimede 1.0 è un prototipo perfettamente funzionante di autovettura la cui unica forma di energia è quella ricavata da pannelli fotovoltaici che alimentano un motore elettrico attraverso un sistema di gestione energetico progettato interamente all'interno del laboratorio di Siracusa. In seguito ai test effettuati presso l'Autodromo di Pergusa, Archimede 1.0 ha beneficiato di tutti i miglioramenti aerodinamici ed energetici necessari per diventare un veicolo esteticamente più accattivante e comodo da utilizzare. Tutto ciò ha reso questo progetto open source e ha creato una rete di collaborazione con i principali atenei e scuole di specializzazione tecnica europee.

L'European Solar Challenger di Zolder, Belgio, dal 23 al 25 settembre 2016, è stata la prima competizione di settore alla quale ha partecipato Archimede 1.0, confrontandosi con altri team provenienti dai più prestigiosi atenei europei, raggiungendo l'obiettivo di testare e migliorare le sue performance stradali e promuovere lo spirito di sperimentazione e la diffusione di mezzi alimentati da energie rinnovabili su scala popolare.

Alla manifestazione erano presenti tutte le eccellenze nel campo della ricerca scientifica e dell'innovazione energetica, alcuni di loro avevano già partecipato all'edizione precedente della gara e avevano una forte tradizione di scambio culturale e tecnologico. Archimede 1.0 ha percorso 422 chilometri, consumando 18.327 W e autoproducendo 8.598 W nonostante sole 10 ore di irradiazione solare totali su 24 di gara, questo rappresenta un successo poiché evidenzia che con un budget di solo 15.000 euro si è riusciti a competere con team che hanno impegnato risorse che vanno da 250.000 a 1.500.000 di euro.

Grazie a questa impresa “Futuro Solare” ha avuto menzioni e visibilità in riviste scientifiche e testate web nazionali ed internazionali, sono stati inoltre insigniti nel 2016 del premio “Capitani nell’Anno”, patrocinato dall’Università di Modena Reggio Emilia, per l’innovazione; sono stati inseriti nella ricerca che la fondazione Symbola ed Enel hanno realizzato sulle 100 eccellenze italiane nel settore della mobilità sostenibile dal titolo “100 italian e-mobility stories”.

La partecipazione alla “24 Hours iLumen European Solar Challenge” è solo una delle prime sfide alle quali hanno deciso di sottoporre Archimede 0.1; questa gara di endurance e confronto con le autovetture elettriche come la Tesla Model S è fondamentale per accedere alle sfide successive come la World Solar Challenge, la gara mondiale di settore più importante che si tiene ogni due anni in Australia.

I prossimi impegni li vedranno partecipare nuovamente ai campionati europei di Zolder nell’ottobre 2018, per questo motivo stanno lavorando nell’ottica del miglioramento della vettura solare, concentrando i loro sforzi e la sperimentazione verso la riduzione delle masse, il miglioramento energetico delle celle fotovoltaiche e implementando la vettura con sistemi automatici di guida assistita e telemetria di controllo.

Tutto questo porterà ad un miglioramento delle performance della vettura, miglioramenti che stanno già sperimentando e trasferendo alla progettazione della nuova vettura realizzata con tecnologie innovative come stampa 3D con materiali riciclabili e naturali (canapa).

Read 103 times
Last modified on 30 Agosto 2017

Piana Eco Festival

è un progetto didattico e culturale, sui temi dell’ambiente e dell’ecologia, promosso dall’Associazione EcoPiana. Nato con l’obiettivo di proporre un modello responsabile e sostenibile, sulla base dei tre fattori chiave Riusa/Riduci/Ricicla, il progetto aspira a concretizzarsi come un impegno condiviso tra istituzioni, associazioni, imprese e cittadini.

Serge Latouche
Presidente onorario